Approvato il POLA 2021-2023 di Regione Emilia-Romagna

POLA_rer_cover

La Regione Emilia-Romagna approva il Piano Organizzativo del Lavoro Agile 2021-2023, il piano triennale con il compito di programmare il lavoro agile dell’intero Ente e di definire le modalità per attuarlo e svilupparlo.

L’adempimento normativo, previsto dalle Linee Guida del Dipartimento Funzione pubblica, è l’occasione per mettere a sistema un percorso iniziato già da qualche anno. Regione raccoglie nel POLA 2021-2023 tutta l’esperienza maturata sullo smart working dal 2018 ad oggi, assieme alle iniziative di trasformazione digitale, sviluppo delle risorse umane e adeguamento dei processi.

Lo smart working è, insomma, solo la punta di un iceberg chiamato trasformazione digitale. Un processo che combina assieme organizzazione, comunicazione, tecnologia e persone capace di innovare i paradigmi della PA, oltre al suo modo di lavorare. E quando la PA funziona al meglio a beneficiarne è l’intero territorio perché può attrarre investimenti, generare occupazione, migliorare il benessere dei cittadini e mettere la propria innovazione a servizio del Paese.

Proprio per questo, in Emilia-Romagna, lo smart working è anche un percorso diffuso in tutto il territorio regionale, con il progetto VELA, “Veloce, Leggero, Agile – Smart Working per la PA” ora alla sua seconda edizione, tutta emiliano-romagnola. 

Con VeLA torniamo dove tutto è iniziato. L’esperienza del primo progetto VeLA, di cui Regione è partner assieme ad altri Enti, ha fatto scuola ed è una di quelle alla base delle Linee guida sul Piano organizzativo del lavoro agile del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Ti potrebbe interessare anche

Lo smart working è un percorso iniziato da tempo in Regione: in via sperimentale nel 2018 e in forma stabile da giugno 2019. Grazie a queste esperienze l’emergenza COVID-19 è stata affrontata efficacemente. Con circa il 93% di persone in lavoro agile, la RER ha garantito la continuità dei servizi, la sicurezza del personale oltre a contrastare la diffusione del virus.