DAL MONDO - I talenti cercano un lavoro flessibile, sicuro e agile

Il  lavoro per i nuovi talenti

Forbes analizza il tema della flessibilità che i nuovi talenti oggi richiedono. L’obiettivo è comprendere come i leader possano ascoltare e comprendere le loro esigenze.

 

Nuove priorità

La redazione del magazine ha intervistato l’esperta Avigail Lev, Psicologa del CBT Center (Centro di terapia cognitivo comportamentale) con sede negli Stati Uniti, per comprendere cosa possono fare oggi i datori di lavoro per attrarre e trattenere i migliori talenti. Emergono sei suggerimenti per i leader, focalizzati sull’importanza di proporre ambienti di lavoro nuovi, sani e in cui i lavoratori possano rafforzare e accrescere le proprie competenze.

 

 

 

 

 

I sei consigli per i leader

 1. Favorire un graduale rientro in ufficio

I leader dovrebbero dare modo ai lavoratori di rientrare negli uffici a un ritmo lento. L’importante è garantire e promuovere la flessibilità, con un ritorno graduale negli uffici. Questo atteggiamento di attenzione e accompagnamento potrebbe aiutare le persone a adattarsi meglio e a ridurre lo stress.

2. Mantenere la flessibilità

La pandemia ha concesso alle persone un’ampia flessibilità. I leader che desiderano sostenere i lavoratori dovrebbero offrire flessibilità anche in futuro e consentire modalità di lavoro agile o ibrido.

 3. Preservare il benessere

I lavoratori vanno incoraggiati a individuare momenti di confronto e dialogo, anche con figure esperte. Le persone devono avere accesso a servizi di aiuto per favorire benessere e salute anche nel luogo di lavoro.

4. Creare spazi confortevoli

I leader dovrebbero favorire la creazione di spazi in cui i lavoratori possano sentirsi al sicuro e parlare delle proprie esperienze con i colleghi, così da ottenere supporto e comprensione. Esistono molti psicologi e mediatori che forniscono questo tipo di servizi per organizzazioni e team di lavoro, per incrementare il senso di sicurezza e di fiducia.

5. Fornire chiari canali di comunicazione

I lavoratori devono sapere con esattezza dove si trovano, dove possono arrivare e quali sono le aspettative dell’organizzazione. Per fare questo devono avere accesso a canali di comunicazione precisi. Più la comunicazione dei leader è chiara e definita più le persone si sentono sicure e efficienti sul posto di lavoro.

6. Sostenere, ascoltare e comprendere

I leader devono dimostrare di essere in grado di riconoscere il periodo complesso che abbiamo attraversato e comprendere che non è semplice tornare alla quotidianità. È importante saper riconoscere i sentimenti e i bisogni delle persone.

 

Soprattutto i nuovi talenti desiderano essere ascoltati e compresi sul luogo di lavoro. Vogliono affrontare una transizione fluida verso la nuova normalità. Desiderano ricevere descrizioni accurate delle mansioni da svolgere, essere valutati in modo chiaro e chiedono che venga loro garantita la flessibilità.

Dall’analisi emergono spunti di riflessione utili anche per la Pubblica Amministrazione, particolarmente in questa fase di trasformazione e mutamento dei processi lavorativi.

 

 


Su quale argomento verterà la prossima News dal Mondo? Per scoprirlo, seguici sul nostro canale Linkedin e non perdere notizie e approfondimenti sul nostro Sito Web