news-italia

DALL'ITALIA - Smart Working: il punto di vista dei lavoratori della PA

L’Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche (INAPP) intervista oltre 45 mila lavoratori del settore pubblico e privato nel periodo tra marzo e luglio 2021 per comprendere il loro punto di vista sullo smart working.

 

DALL'ITALIA - Due grandi PA raccontano la propria esperienza con il lavoro agile

Lo smart working ha rivoluzionato il mondo del lavoro? L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) e l’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) raccontano la propria esperienza con il lavoro agile, con un’attenzione particolare ai temi della riorganizzazione dei processi, della valutazione delle performance e della digitalizzazione.

 

DALL’ITALIA – Sostenibilità e lavoro agile: alcune riflessioni

Il lavoro ibrido contribuisce al miglioramento di aspetti legati alla cyber security, consente di ottimizzare l’uso delle risorse e di limitare gli sprechi. Ma come? Gli esperti indagano sul futuro del lavoro, per puntare sempre di più su sicurezza e sostenibilità.

 

DALL’ITALIA – IT e smart working: i lavoratori apprezzano il benessere digitale

Un sondaggio globale condotto da Kaspersky su più di 4.000 lavoratori del settore IT si concentra sul tema del benessere digitale e dello stile di vita dei lavoratori, che risultano essere migliorati grazie allo smart working.

 

NEWS DALL'ITALIA - Netiquette: il galateo del lavoro agile

La parola flessibilità non può essere associata a una perenne disponibilità a lavorare. Riscrivere l’etichetta del lavoro è diventata la prerogativa di molte società per garantire un corretto bilanciamento tra la vita privata e l’attività professionale quando si lavora da casa. 

L’obiettivo? Uno smart working strutturato e organizzato.

 

DALL’ITALIA - Le sfide del remote leader per un futuro ibrido

Come evolverà il lavoro agile nel periodo post-pandemico? Quale sarà il ruolo dei dirigenti del futuro? Quali saranno le azioni promosse per garantire il benessere dei lavoratori? A queste domande sul futuro del lavoro ibrido risponde l’indagine “HR Trends & Salary Survey 2021”.

 

DALL'ITALIA - Gli effetti dello smart working: un bilancio nazionale

In circa tre mesi dall’inizio del primo lockdown da Covid-19 il nostro Paese è passato da 500 mila smart worker a 4 milioni. Lo conferma l’indagine nazionale Smart Working 2020 che ha coinvolto oltre duemila lavoratori del settore pubblico e privato.

DALL'ITALIA - Lo Smart Working si prende cura del pianeta

Regione Emilia-Romagna ha partecipato alla prima indagine nazionale su Smart Working e PA, promossa da ENEA per indagare le esperienze delle amministrazioni che hanno sperimentato il lavoro agile nel periodo 2015-2018. Gli spunti più interessanti derivano da tre temi: mobilità, aspetti ambientali e esperienze di lavoratrici e lavoratori.

DALL'ITALIA - POLA: prima indagine di qualità

Mentre il quadro normativo sul futuro dei POLA, i Piani organizzativi del lavoro agile, si aggiorna con nuove disposizioni e linee guida, a maggio del 2021 viene pubblicata la prima indagine sulla qualità dei Pola 2021 – 2023 in 34 amministrazioni. Il livello di qualità media complessiva si attesta sul 67% e sono emerse buone pratiche che possono diventare veri e propri benchmark di riferimento.

DALL’ITALIA - Lo smart working è la chiave per ridurre il gender pay gap?

Una recente indagine condotta su oltre 30 mila lavoratori del settore pubblico e privato dimostra che un lavoratore agile su due è donna, e che esiste una forte correlazione tra lavoro agile, employability femminile, trasparenza ed equità retributiva.

I risultati della ricerca sono contenuti in un report presentato presso la Commissione XI del lavoro della Camera dei Deputati.