emiliaromagnasmartworking

DAL MONDO - Fiducia e flessibilità nel futuro del lavoro agile

Recenti ricerche in USA si concentrano su una nuova visione del lavoro e sui bisogni emergenti dei giovani talenti. L’accelerazione della trasformazione digitale in quasi tutti i settori economici, la pandemia e il lavoro agile sono fenomeni che richiedono una riflessione ampia sulla cultura aziendale e sul concetto di forza lavoro, per favorire la ripresa economica e cambiamenti sociali positivi.

 

SMART NEWS - Tavolo Comunicazione: al via il nuovo gruppo di lavoro

Emilia-Romagna Smart Working apre un nuovo tavolo di lavoro per la Comunicazione, per  intercettare le esigenze degli Enti partecipanti e favorire una sempre maggior diffusione delle buone pratiche legate al lavoro agile.

DALL’ITALIA - Lo smart working è la chiave per ridurre il gender pay gap?

Una recente indagine condotta su oltre 30 mila lavoratori del settore pubblico e privato dimostra che un lavoratore agile su due è donna, e che esiste una forte correlazione tra lavoro agile, employability femminile, trasparenza ed equità retributiva.

I risultati della ricerca sono contenuti in un report presentato presso la Commissione XI del lavoro della Camera dei Deputati.

 

DOMANDE & RISPOSTE - I compiti dell'Osservatorio Nazionale del Lavoro Agile nella PA

• Fornire spunti e proposte di carattere normativo, organizzativo, tecnologico ⌨

• Interagire con gli stakeholder per sviluppare le competenze del personale pubblico, le capacità manageriali e la misurazione e valutazione delle performance 📈

STORIE DI SMART WORKING - Come gestire le attività smartabili in modo efficace? Il Comune di Piacenza adotta la Matrice RACI

Abbiamo intervistato Barbara Rampini, Dirigente del servizio Organi Istituzionali e Risorse Umane del Comune di Piacenza, per approfondire l’esperienza dell’Ente che ha adottato con successo la metodologia RACI per realizzare la mappatura dei processi.

IL PUNTO SU: Emilia-Romagna Smart Working - obiettivi raggiunti e nuove sfide

Dalla sperimentazione del 2018 alle misure imposte dall’emergenza, fino alle nuove iniziative per coinvolgere una pluralità di attori sul territorio con progetti strutturali e di lungo periodo. Facciamo il punto ripercorrendo storia, progetti e obiettivi di un percorso che vede la il territorio emiliano-romagnolo protagonista nello scenario nazionale.